dethemedetheme

    by Monica Moscheni

    Dopo l’articolo sulle 5 strategie per promuovere i post senza sponsorizzazione, ecco altri cinque segreti per mettere in evidenza i contenuti sui social media in modo gratuito.

    1 – Hashtag: dove e quando utilizzarli?

    Gli hashtag sono una buona soluzione per aumentare la visibilità di un post: alcuni social sono nati sui “cancelletti” (Twitter e Instagram), e altri ne hanno “imitato” il successo, includendoli nelle ricerche, tra cui Facebook.

    La regola generale, che ogni buon social media manager dovrebbe seguire, è la limitazione: ogni social ha la propria quota ideale di hashtag, con Twitter che si classifica a due e Instagram con 11 (anche se è il limite massimo, bisognerebbe solo utilizzare le parole che più descrivono la foto).

    Il rapporto tra Facebook e hahstag forse troppo complesso per poter essere sfruttato: già nel 2013 l’EdgeRank Checker, società che analizza il social di Zuckemberg affidandosi alla statistica, ha rivelato che la presenza di hashtag nei post può avere un effetto persino controproducente, riducendo la portata virale e le interazioni.

    2 – Condividere i post su Pinterest: come raggiungere 1 milione e mezzo di donne in Italia

    Pinterest è uno dei social media emergenti, soprattutto nell’ambito del social media marketing: con un milione e mezzo di utenti in Italia (fonte: slideshare 2013), di cui 98% donne, può diventare un mezzo di diffusione (gratuito) per i post.

    Tramite Pinterest si possono utilizzare immagini per attirare il pubblico su un post condiviso in altri social: basta collegare la foto con il link per reindirizzare i click.

    3 – Da Instagram a Facebook: le immagini diventano virali

    Condividere su Facebook le foto postate in Instagram può rivelarsi una strategia fortuita: le immagini, editate con i filtri (ma senza esagerare), possono sfruttare la popolarità del social di Zuckemberg per aumentare la loro potenziale viralità.

    I vantaggi sono sia per la pagina Facebook, sia per il profilo Instagram: primo ne guadangerà in termini di contenuti visivi (sempre più importanti), il secondo attirerà followers. L’utilizzo di Instagram per le strategie social è di applicazione relativamente recente, ma è il trend del momento ed è destinato ad aumentare.

    4 – Mettere in evidenza il tweet (gratis)

    Fissare il post in alto è gratuito, su Twitter: ogni profilo (privato o aziendale) può decidere di stabilire un tweet prima degli altri. Tutti i visitatori potranno così vedere con un colpo d’occhio il tweet più importante della pagina, che può essere un messaggio pubblicitario e venire sostituito in qualsiasi momento.

    5 – I post di Facebook finiscono su Google: controlla la condivisione con il pubblico e gioca con il SEO!

    La notizia è recente: presto i post di Facebook compariranno nelle SERP di Google. Saranno gli users di Android a beneficiare di questa novità: presto i post di profili/pagine pubbliche compariranno come url nei risultati di ricerca e al click verranno aperti sulla app di Facebook.

    Controllare che tutti i contenuti siano visibili a tutti e utilizzare descrizioni il più possibile SEO-friendly aiuteranno nel posizionamento su Google, moltiplicando quindi le potenziali visite.

    Sommando questi consigli ai 5 dell’articolo precedente, hai a disposizione 10 strategie da applicare per dare visibilità al tuo post, senza versare alcuna somma a Facebook e agli altri social.

    Vuoi scoprire altri contenuti interessanti per potenziare la tua comunicazione online e ottenere dal web nuovi clienti? Visita il blog di DingoLab!

    Monica
    About Monica
    Le giuste parole colorate con le giuste emozioni. Monica veste con eleganza, personalità e professionalità le creazioni DingoLab: sceglie con cura il suono di ogni parola regalando ad ogni nuovo progetto una melodia originale e preziosa.
    (Altre) 5 strategie per promuovere i post SENZA sponsorizzazione